Illuminazione in-store: come migliorare l’esperienza di acquisto del cliente - Montenero53
16789
post-template-default,single,single-post,postid-16789,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,paspartu_enabled,paspartu_on_top_fixed,paspartu_on_bottom_fixed,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

Illuminazione in-store: come migliorare l’esperienza di acquisto del cliente

Illuminare il proprio negozio nel modo corretto è fondamentale per migliorare l’esperienza del cliente: l’illuminazione in-store, infatti, incide sia sulla percezione dei prodotti sia su quella del punto vendita stesso ed ha il potere di condizionare le scelte e i comportamenti dei consumatori.

E’ dunque importante scegliere accuratamente l’illuminazione più adatta al proprio store tenendo in considerazione target e tipologia di attività, mettendo in risalto determinate aree e guidando l’attenzione del cliente verso un marchio, una tipologia di prodotti, un’offerta.

Nei negozi di abbigliamento, per esempio, circa il 60% dei consumatori decide all’interno del camerino se acquistare o meno i capi scelti: il posizionamento e la tipologia delle lampade condizionano la decisione finale e possono avere un ruolo decisivo nell’aumento o nel calo delle vendite.

Anche quello della direzione della luce all’interno dei camerini è un elemento da tenere in considerazione: se l’illuminazione frontale è di norma quella preferita, l’ideale sarebbe offrire ai clienti la possibilità di controllare il mix di luce frontale e di luce dall’alto.

L’obiettivo è quello di creare un’atmosfera piacevole, che inviti i consumatori ad entrare e a rimanere all’interno del negozio: i fattori da prendere in considerazione nel momento della scelta delle lampade non si dovranno dunque ridurre alla valutazione del prezzo e alla durata di vita del prodotto.

E’ fondamentale tener conto, per esempio, dell’indice di resa cromatica, che descrive la capacità di una sorgente di restituire fedelmente i colori di un oggetto illuminato; della quantità e della distribuzione della luce; della temperatura del colore. Da tenere in considerazione la differenza tra luce calda, luce bianca neutrale e luce fredda a seconda della tipologia dello spazio da illuminare e dal target che si intende raggiungere.

E’ importante, infine, creare un giusto rapporto fra luce generale e luce d’accento (che permette di valorizzare alcuni prodotti), e creare un equilibrio luce-ombra poiché contrasti troppo eccessivi rendono difficile la possibilità del cliente di concentrarsi sugli articoli in esposizione.

Ti serve una consulenza illuminotecnica con possibilità di sopralluoghi per la realizzazione del progetto? Rivolgiti a Montenero53: potrai trovare soluzioni di luce per ogni ambiente, sia interno che esterno, coniugando l’aspetto estetico a quello funzionale. Per informazioni scrivici a: info@demo.agenziawebvarese.it