Li-Fi: trasmettere dati con la luce LED - Montenero53
16804
post-template-default,single,single-post,postid-16804,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,paspartu_enabled,paspartu_on_top_fixed,paspartu_on_bottom_fixed,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

Li-Fi: trasmettere dati con la luce LED

  Il Li-Fi (Light Fidelity) è un sistema per trasmettere dati – tra cui Internet –  che utilizza la luce LED visibile con impulsi luminosi ad alta frequenza.

Non si tratta esattamente di una novità assoluta visto che ad esempio il telecomando che usiamo per mandare segnali di controllo alla TV utilizza una luce invisibile a infrarossi. Il concetto quindi esiste da molti anni, l’arrivo dei LED ha solo permesso di ampliarlo e di integrarlo con i nuovi sistemi di illuminazione.

Il Li-Fi non richiede infatti l’installazione di speciali antenne o ripetitori: si possono sfruttare le luci di casa, gli apparecchi illuminanti del nostro ambiente lavorativo o i lampioni in strada e dotarli di “nuova intelligenza”, in particolare della capacità di comunicare con alcuni dispositivi, collegandoli ad esempio con delle telecamere come le webcam del Laptop o la telecamera dello smartphone o il sistema di sicurezza di casa.

Non noteremo nessuna differenza nella nostra illuminazione perché la rete Li-Fi utilizza luci solo ad altissima frequenza, pertanto non percepibili dall’occhio umano. Potremo persino dimmerare le luci, abbassandole fino a livelli quasi non rilevabili e ancora essere in grado di connetterci a Internet più semplicemente e più velocemente rispetto all’utilizzo di una connessione wi-fi.

Per approfondimenti scrivi a info@demo.agenziawebvarese.it

 

li-fi

 

light-fidelity